Dalle terre con le ali

Manca pochissimo, posso ufficializzare! Sono felice di invitarvi alla rassegna Artisti Contemporanei a Palazzo, una serie di esposizioni d’arte varia (pittura, scultura, fotografia e ora anche illustrazione) presso il Salone CariFVG grazie all’attenta coordinazione e selezione di Alessandra Degano.

Dal 20 febbraio al 5 marzo sarò ospite con una selezione di miei lavori illustrati. Si inaugurerà proprio sabato 20, alle ore 11.30, in Via del Monte, in centro a Udine.
Per maggiori informazioni, aggiornamenti e curiosità varie trovate l’immancabile evento Facebook.
Qui, l’invito:

invito mostra, illustrazione, exhibition design, progetto grafico di Carin Marzaro

invito mostra, illustrazione, exhibition design, progetto grafico di Carin Marzaro

Dischi non se ne fan più

Chi aveva detto che ormai dischi non se ne fanno più? La fine del 2014 e l’inizio del 2015 per me sono stati all’insegna di copertine e progetti per dischi: è tutto iniziato a settembre con “Ljuba Toast Cricket Club” di Aldo Sbadiglio e la Famiglia Ananas in vacanza a Dresda, poi l’album “Ho Messo la Sveglia per la Rivoluzione” (anche in vinile!) e due singoli per L’Orso, alcune digital-cover e il nuovo richiestissimo cd “Frutto Proibito” di Ruggero de i Timidi mentre in questi giorni sono all’opera sul nuovo digipack Démodé e per i Maci’s Mobile.

Come al solito manca il tempo di fotografare e pubblicare i nuovi progetti anche se le prime belle giornate di sole promettono pomeriggi ben illuminati per photo shooting casalinghi. Fortuna che c’è Instagram per postare qualche anticipazione!

Una foto pubblicata da Kerin (@enjoykerin) in data:

Minimal Mag!

Breve update per segnalarvi con che sul magazine on-line Minimal Mag c’è una piccola intervista. A chi? A me!
Seguite il link e fatemi sapere che ne pensate! → www.minimalmag.com/kerin/

Crea il tuo futuro — The Hub Trieste

Impact Hub Trieste Crea il tuo futuro

Qualche giorno fa ho ricevuto un interessante invito a partecipare ad un evento organizzato da The Hub Trieste.
Crea il tuo futuro” è stato un momento di incontro fra i giovani di Trieste e varie figure dell’ambito lavorativo e imprenditoriale; lo scopo era orientare e provare ad aggiungere qualche strumento in più nella metaforica cassetta degli attrezzi di chi si accinge a buttarsi nel vorticoso e imprevedibile mondo del lavoro culturale e creativo.
Appena arrivata non ho potuto non apprezzare la struttura che ospita The Hub, un luogo dove ognuno di noi giovani (qui immaginate molte, molte virgolette) “creativi” vorrebbe lavorare, e l’idea che anche in regione stiano iniziando ad arrivare spazi aperti a collaborazioni e co-working dona certamente una buona dose di ottimismo ed entusiasmo. Finalmente! Continue Reading

Lebbasi: tipografia per stagisti e newbie

Da qualche anno collaboro con un centro di formazione professionale che, fra le molte proposte, tiene dei corsi di grafica. “Corso di grafica” è molto riduttivo per i tanti argomenti che vengono affrontati. Fra questi uno dei quali ci sta particolarmente a cuore è la tipografia: la conoscenza dei caratteri, la loro storia per capirne l’evoluzione e l’uso, il disegno delle lettere, come gestirne l’impaginazione, la resa in stampa a seconda della carta… insomma, un tema che per la maggiorparte delle persone si ferma alla scelta della font su Word ma che per noi operaj del computer e amanti del type design è assolutamente fondamentale, appassionante e avvincente.

Così quando, pochi giorni prima dello stage dopo mesi di corso, l’allievo di turno non ricorda nemmeno la differenza fra un carattere bastone o graziato, vorresti solo invocare lo spirito del signor Adrian Frutiger affichè nel sonno gli causi dei terribili incubi pieni di testo spaziato malissimo.

Dedicato a futuri stagisti o attuali newbie del mondo della progettazione grafica ecco un bel video di Ben Barrett-Forrest che ha impiegato 140 ore di lavoro, 2454 scatti e 291 lettere di carta per renderci tutti un po’ più edotti e grati ai tanti disegnatori di caratteri tipografici che nel corso della storia hanno reso la nostra comunicazione scritta così bella e ricca di segni.

 

[Questo post è stato scritto per Geex]

GIF e problemi di pronuncia

Da che ne abbia memoria per me le immagini GIF si sono sempre pronunciate così, all’italiana, semplicemente gif. La prima volta che ho sentito un temerario chiamarle “ghif” m’è mancata la terra sotto i piedi, ho strabuzzato gli occhi, sentito il bisogno di ridefinire il mio concetto di fede in Murphy. Capirete quindi che quando qualche giorno fa mi è capitato sotto il naso questo video ho sentito fortissimo il bisogno di divulgarlo.

All’ultima edizione dei Webby Awards il creatore del Graphics Interchange Format, Steve Wilhite, è stato premiato proprio per questa sua invenzione risalente al 1987.
Lui, ringraziando con quello che definirei un magistrale colpo di teatro, ha finalmente chiarito questa annosa questione e io gli sarò sempre riconoscente:

[Questo post è stato scritto per Geex]

Link “Il gioco delle probabilità…”

“…e degli imprevisti”. Il mio amico e collega Tomas, oltre ad essere un professionista di quelli che ce ne non ce ne sono mai abbastanza, suona il basso con i Link. Per il loro ultimo album mi ha chiesto di provare a dare una veste grafica al loro lavoro e io mi ci sono avventurata, pur addentrandomi in uno stile che mi è poco familiare.
Vi pòsto alcune immagini della mia proposta illustrata:

kerin — Link cd cover

kerin — Link cd

kerin — Link cd back

kerin — Link cd